lunedì 14 maggio 2012

GESTORE TELEFONICO - DISDETTA


Qualora decideste di cambiare gestore telefonico, premunitevi di effettuare la disdetta del contratto stipulato con il vecchio gestore, sebbene il nuovo asserisca assumersi l’onere della disdetta, altrimenti rischierete di pagare l’abbonamento anche con la vecchia società di telefonia fissa. Nella fattispecie, facendo un esempio,  il cliente già abbonato ad WIND INFOSTRADA decide di stipulare un nuovo contratto con TELE2  e,  crede  che quest’ultimo,  provveda alla disdetta del vecchio contratto precedentemente stipulato con WIND INFOSTRADA, invece, continuano a venir addebitate da WIND S.P.A. le spese del contratto, es.:  “ SPAZIO ZERO” , di circa 10 Euro, se non incorre una disdetta ufficiale da parte del cliente con Racc. AR.
Possibile che un contratto con una società di telefonia fissa può essere stipulato telefonicamente e solo successivamente formalizzato , mentre per la disdetta non si  può fare nello stesso modo? geronimo

E' in vigore il decreto Bersani che recita:
Co. 3 I contratti per adesione stipulati con operatori di telefonia e di reti televisive e di comunicazione elettronica, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata, devono prevedere la facolta' del contraente di recedere dal contratto o di trasferirlo presso altro operatore senza vincoli temporali o ritardi non giustificati da esigenze tecniche e senza spese non giustificate da costi dell'operatore e non possono imporre un obbligo di preavviso superiore a trenta giorni. Le clausole difformi sono nulle, fatta salva la facolta' degli operatori di adeguare alle disposizioni del presente articolo i rapporti contrattuali gia' stipulati alla data di entrata in vigore del presente decreto entro i successivi sessanta giorni.
Legge 2 aprile 2007, n. 40
Art.1

Nessun commento:

Posta un commento