venerdì 11 maggio 2012

FERIE NON GODUTE - MINISTERO INTERNO E DELLA DIFESA DISPONGONO IL PAGAMENTO

        



Dopo il Ministero dell'Interno anche il Ministero della Difesa ha inteso emanare una circolare esplicativa Prot. n.” M D GMILO IV 11 40086008” del 28/02/2011, riguardante la monetizzazione delle ferie non godute da parte di chi sia stato collocato in malattia e/o successivamente riformato. Da tenere conto, secondo la circolare,della prescrizione quinquennale e della compensazione delle spese di giudizio da parte di chi abbia intrapreso un'azione legale nei confronti dell'Amministrazione. Come dire:” avete volutoricorrere! Bene, pagatevi le vostre spese legali. Eh no, Caro Ministero, sei tu inadempiente, perchè dovrei pagare io per la tua negligenza?  Vs. stralcio di sentenza sotto riportata (1)
Dopo le circolari emanate dal Ministero del lavoro, dal Ministero dell'Economia e finanze e dal Ministero dell'Interno, anche il Ministero della Difesa, per i propri figli, quelli di un Dio minore, ha dato indicazioni nel merito, riconoscendo un diritto a suo tempo non ritenuto tale.
Compensazione delle spese!!?? Credo che oltre alle spese legali lo Stato dovrebbe liquidare le spese derivanti dal patema d'animo connesso e derivante , che un ostruzionismo cosi tenace ha sicuramente contribuito a far nascere.
La divisa non fa di una persona un suddito, ma l' uomo che la riveste, come tale, ha diritto del rispetto della propria dignità, oltre che dei propri diritti.

(1)N. 00107/2011REG.PROV.COLL.
     N. 00791/2003 REG.RIC.
REPUBBLICAITALIANA
IN NOME DEL POPOLO ITALIANO
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna
·         OMISSIS -
Il Collegio ritiene,infatti, di poter aderire al recente indirizzo che fa discendere dalla indisponibilità ed irrinunciabilità del congedo ordinario,nonché dalla relativa maturazione anche nei periodi di malattia, il diritto al compenso sostitutivo, ogni qual volta la fruibilità del congedo stesso sia oggettivamente esclusa per causa indipendente dalla volontà del lavoratore  Cons. St.,sez.VI, 21.4.2008, n. 1765, 23.7.2008, n. 3636 e 23.7.2006, n.3637;Cons. St., sez. IV, 29.8.2002, n. 4332 e 10.12.2003, n. 8118
P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima)definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto,lo accoglie e, per l'effetto:
1) dichiara il diritto del ricorrente di percepire il compenso, oltre interessi e rivalutazione,sostitutivo dei periodi di congedo ordinario e di riposo maturati enon goduti per un totale di 66 giorni;

2) condanna il Ministero della Difesa a pagare, in favore del ricorrenti, le relative somme da determinarsi nei sensi di cui in motivazione.
Condanna il Ministero della Difesa a pagare, in favore del ricorrente, le spese del presente giudizio il cui importo si liquida in complessivi euro2.000,00 (duemila/00).
Ordina che la presente sentenza sia eseguita dall'autorità amministrativa.
Così deciso in Cagliarinella camera di consiglio del giorno 9 dicembre 2010 con l'intervento dei magistrati:Aldo Ravalli,Presidente; Alessandro Maggio, Consigliere; Giorgio Manca, Primo Referendario, Estensore.

Nessun commento:

Posta un commento